window.dataLayer = window.dataLayer || []; function gtag(){dataLayer.push(arguments);} gtag('js', new Date()); gtag('config', 'UA-112768718-1');

Gnudi di ricotta e spinaci

Gnudi ricotta - spinaci

Gli Gnudi di ricotta e spinaci, una ricetta dal sapore antico!

Per chi non lo sapesse, in dialetto toscano la parola nudo si dice “gnudo”. Ed è proprio da questa parola che prende il nome il piatto di oggi, ovvero gli Gnudi di ricotta e spinaci. 

Si tratta di un primo piatto tipico della zona della Maremma e del Mugello, e consiste nel preparare il tipico ripieno ricotta e spinaci dei ravioli, senza però avvolgerli nella classica sfoglia, quindi possiamo dire che il raviolo è nudo! 

In realtà, sono molto più simili agli gnocchi, sia per la consistenza, sia per il metodo di cottura che prevede di lessarli direttamente in acqua e condirli delicatamente con burro e salvia. 

Gli Gnudi di ricotta e spinaci, anche se fanno parte della tradizione contadina e rustica, sono un piatto equilibrato ed elegante, che riesce a stupire e soddisfare tutti. 

INGREDIENTI

Per gli gnudi

700 grammi di spinaci
350 grammi di ricotta di pecora
1 uovo grande
1 spicchio d’aglio
50 grammi di farina

Per il condimento

100 grammi di burro
1 cucchiaio di Parmigiano Reggiano
sale fino
1 rametto di salvia

PREPARAZIONE

Lavate accuratamente gli spinaci e fateli asciugare, quindi prendete un tegame, fate scaldare un filo d’olio insieme ad uno spicchio d’aglio e versateci gli spinaci, i quali dovranno cuocere per poco meno di dieci minuti a fuoco basso fin quando non saranno teneri, a quel punto levate l’aglio. 

Mettete gli spinaci in uno scolapasta e lasciateli scolare per bene, poi fate lo stesso anche con la ricotta, ponendola in un colino in modo che possa perdere i liquidi in eccesso. Una volta che gli ingredienti saranno pronti, unite la ricotta e gli spinaci, mescolandoli e condite con sale e noce moscata se vi piace l’aroma. 

Una volta ottenuta una crema uniforme, aggiungete il parmigiano, l’uovo e la farina setacciata, quindi continuate ad amalgamare. Fatto questo, realizzate delle piccole palline leggermente schiacciate con l’impasto ottenuto e fatele riposare su una teglia ricoperta di carta da forno. 

A questo punto, mettete a bollire dell’acqua in pentola e contemporaneamente fate sciogliere del burro in padella, insaporendolo con della salvia fresca. 

Buttate gli gnudi in pentola quando l’acqua sarà bollente e fateli cuocere per qualche minuto, fin quando non vengono a galla. Ora, aiutandovi con una schiumarola, trasferiteli direttamente in padella, facendoli insaporire per bene con il burro e la salvia. Ricordatevi però di non girarli, ma fateli roteare direttamente in padella, in modo da non rischiare di romperli. 

Il piatto è pronto, servite gli gnudi quando sono ancora ben caldi e buon appetito!

Ti è piaciuto questo piatto? Segui tutte le nostre altre ricette!

Seguici su Facebook e Instagram, e iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle nostre novità!

Prova i nostri prodotti

Scopri le nostre ricette

Titolo

© 2022 Pieragnoli. Tutti i diritti riservati.

Torna in cima